UN MANTELLO PERFETTO

La pulizia personale dei piccoli felini è proverbiale. Il gatto provvede alla sua igiene con un efficientissimo attrezzo da toeletta: la lingua.

Ruvida abbastanza da asportare corpi estranei e capace di districare il pelo; umida a sufficienza per praticare un "lavaggio".
Nonostante questa autonomia, sei tu che puoi perfezionare il suo minuzioso lavoro di pulizia.

E non con il bagno, generalmente sconsigliato, perchè provoca un alto stress a lui (oltre che a te).
Solo nei casi in cui Micio si sia davvero sporcato e non riesca a ripulirsi da solo, puoi usare un panno inumidito con sola acqua tiepida, con il quale strofinargli le zampe, la coda e la pancia.
Per perfezionare il suo lavoro di pulizia, normalmente, é sufficiente pettinare il suo mantello.

UN COLPO DI SPAZZOLA

 
Sarebbe bene abituare il tuo gatto fin da piccolo a una sana spazzolata, così imparerà a considerare quell'appuntamento una diversa forma di coccole e relazione tra te e lui.
La cosa importante è avvicinarlo a pettine e spazzola in modo delicato e non insistente: meglio tante brevi sedute di spazzolatura distanziate di poco l'una dall'altra, che insistere a lungo se Micio manifesta evidente nervosismo.


LA SPAZZOLA E' NECESSARIA SE...

...il tuo gatto ha il pelo lungo: con un passaggio di spazzola morbida lo aiuti a districare i nodi, habitat prediletto di parassiti e problemi dermatologici.
ed è utile se...

...il tuo gatto ha il pelo corto: una spazzolata ogni tanto aiuta a controllare la salute di pelo e cute, a scoprire eventuali parassiti, piccole ferite o dermatiti che altrimenti non potresti vedere.
A ciò aggiungi un'alimentazione appropriata che si prende cura anche della sua pelliccia.
Il suo mantello sarà ancora più luminoso. E lui se ne andrà... a coda alta.

 

UN BAGNO A TUTTI I COSTI?


Normalmente l'autolavaggio e una tua spazzolata frequente sono più che sufficienti a mantenere un'igiene perfetta e un mantello lucido e sano.
Il bagno non é un rito necessario per un gatto di casa, a meno che non sia un animale da esposizione.
Se però in una particolare occasione decidi di passare a una pulizia "acqua e sapone", ci sono alcune cose da sapere:
è meglio abituarlo a questa pratica da cucciolo: da adulto potrebbe avere reazioni imprevedibili e aggressive
l'acqua per il bagno (che puoi mettere in un mastello di plastica) deve essere poca e a una temperatura tra i 36/37°
non far colare l'acqua negli occhi né nel condotto uditivo
usare shampoo per gatti e mai per umani: il ph è diverso; inoltre Micio potrebbe leccarsi intossicandosi
dopo il risciacquo bisogna avvolgerlo in un asciugamano tiepido e frizionarlo bene, eliminando ogni residuo di acqua accidentalmente caduto nelle orecchie. Si può usare un asciugacapelli non potente, senza mai dirigere l'aria verso occhi e orecchi.

 

 

 

 

 

 

fonte articolo: Royal Canin magazine

siti
In classifica
motori di ricerca italiani